Commercio in crisi a Scafati, Fogliame: “Isole pedonali solo se organizzate bene”.

“La notizia di chiusura di attività commerciali nella citta di Scafati non ci coglie impreparati ma, allo stesso tempo, non ci lascia tranquilli” spiega Antonio Fogliame, consigliere comunale di opposizione a Scafati.

“Già in diverse occasioni in passato, diverse associazioni, hanno avuto modo di esprimere la preoccupazione di tutti gli esercenti del centro storico legata alle difficoltà di acceso da parte dell’utenza ed alla controversa storia delle cosiddette “Isole Pedonali”.
Continuare a pretendere di avere una o più isole pedonali in assenza di pedoni è un errore grave che, purtroppo, rischia di diventare irreparabile. Non bisogna essere contrari alle “isole” ma, le stesse, devono avere un senso e rispondere ad esigenze specifiche. Vanno ascoltate e sentite le associazioni per condividere l’iniziativa, ma ponendo ulteriori obiettivi per la riqualificazione della città. Partendo dall’assunto di base che ad oggi non esiste un’isola pedonale, la nostra idea è quella di individuare nuove forme di pedonalizzazione a tempo, nonché ridefinire tutto il concetto di “Centro Cittadino”.
Bisogna ripensare e superare il concetto di chiusura, con fioriere, panchine, eventi, tavolini, ombrelloni ed altro, dove i mezzi di pubblica sicurezza non “passeggiano” ma arrivano in caso di necessità e che, ripercorrendo le esperienze di successo di città come Bologna o Torino, venga trasformata in un luogo di vera aggregazione, shopping, socializzazione, con la chiusura totale al traffico dal sabato pomeriggio fino alla Domenica sera in inverno e la definizione di un calendario estivo che sia accompagnato da eventi ed iniziative promosse dal DUC o dall’amministrazione comunale, assecondando invece negli altri giorni e, soprattutto in inverno, le esigenze metereologiche di mobilità, di parcheggio e di scarsità di tempo a disposizione dei clienti”.