Scafati. “Ciak, si suona”, successo per l’evento della scuola Tommaso Anardi

Serata emozionante, commovente ed entusiasmante per l’Istituto Comprensivo “Tommaso Anardi”, Scafati (SA), mercoledì 5 giugno 2019, in una Chiesa di San Francesco stracolma di persone tanto da far esclamare al Dirigente Scolastico, Prof. Guglielmo Formisano: “L’anno prossimo dovremo farci ospitare dal PalaMangano”!
L’evento (Ciak, si suona) in programma (che rappresentava la fase conclusiva del Progetto “Cinema, Letteratura e Musica”) ha visto coinvolta l’orchestra dell’Anardi, composta da ben 75 alunni (di cui uno ancora in forza alla Scuola Primaria) e da 8 docenti strumentisti (una delle poche realtà territoriali nel genere): Noto Giuseppe (Referente-Violino), De Rosa Giuseppe (Pianoforte), Guarino Annibale (Sassofono), Kacani Ermina (Violoncello), Panariello Cira (Pianoforte) , Sorvillo Simone (Clarinetto), Vaccaro Chierchia Aniello (Chitarra), Zeno Salvatore (Flauto). Le recite, riguardanti i film dei quali l’orchestra ha eseguito le colonne sonore, sono state coordinate dalla Prof.ssa Laraia Renata, con il supporto tecnico del Prof. Sisto Ciro. Prezioso anche il lavoro organizzativo svolto dal Prof. Bartiromo Giuseppe e dai Collaboratori Scolastici Acanfora Gaspare e Tedeschi Luigi. Il Dirigente, inizialmente, ha ricordato che, nella Sala docenti della scuola, è presente una bacheca che ospita “L’angolo del confronto” nel quale tutti (docenti, alunni, genitori) possono inserire dei commenti o delle considerazioni su cui sentono il bisogno e la necessità di confrontarsi o di esprimere un’opinione.
Uno dei primi articoli era dedicato al “potere unificante della musica”, in quanto essa aiuta a stare in gruppo, a lavorare in coro, a creare spirito di squadra, evitando personalismi e individualismi e favorendo la “collettivizzazione delle performance”.
E, questa, rappresenta l’idea di vita, più che di scuola, della “comunità scolastica” dell’Anardi che, in questo irripetibile 2018/2019, si è contraddistinta per aver scritto la propria “Costituzione”, per aver inaugurato la Biblioteca scolastica, per aver eletto il Sindaco degli alunni, per le iniziative sul riciclo e sull’ecosostenibilità ambientale, per il rispetto della legalità (bellissimi i murales di Falcone e Borsellino), per la formazione LIS (Linguaggio dei segni), per la “Notte bianca della cultura”, per i giochi matematici, per i progetti linguistici e sportivi (interessantissimo “A calcio con le scienze”, che ha consentito agli allievi di imparare la matematica e la fisica giocando al calcio), per l’educazione alla salute e alla corretta alimentazione, per il recupero della Villa comunale, per la valorizzazione delle diversità, per le politiche di accoglienza e di inclusione (preziosa la sperimentazione sull’Apprendimento cooperativo). In corso di pianificazione, per l’a.s. 2019/2020, l’Inno dell’Anardi e il Progetto “Più bici, più amici” (che consentirà di visitare, in bici, i luoghi storici della città).
Otto sono state le colonne sonore eseguite dall’orchestra, mentre sullo schermo “scorrevano” le immagini dei film: Fantasia 2000, Pinocchio, Fratello sole sorella luna, Il postino, La vita è bella, The Blues brothers, I pirati dei Caraibi, Cattivissimo me 2.
Particolarmente toccanti le scene che ricordavano Massimo Troisi, “il poeta fragile”, scomparso 25 anni fa, il 4 giugno 1994. Alla fine tutti sono rimasti soddisfatti e convinti che sono queste le serate che danno la forza per continuare a impegnarsi e per crescere insieme.