Skip to content

Scafati-Torre del Greco. Quattro rapine in una notte, arrestato minorenne.

Pubblicato il

Le strade di Scafati e Torre del Greco sono state recentemente il teatro di una serie di rapine, caratterizzate da una dinamica quasi cinematografica, che ha suscitato notevole inquietudine e preoccupazione all’interno della comunità locale. Un gruppo composto da quattro persone, tra cui un minorenne, ha orchestrato tali azioni criminose, facendo ricorso a minacce, violenza e armi per costringere le vittime a consegnare i propri beni di valore.

Il susseguirsi degli eventi ha assunto una trama degna di un racconto cinematografico: nella notte del 23 gennaio, il gruppo ha dato inizio alla serie di rapine, mettendone a segno la prima ai danni di un giovane, cui sono stati sottratti una moto Honda CBF, un portafogli e un cellulare, previa minaccia e aggressione. Successivamente, a Scafati, i rapinatori hanno tentato di depredare lo zaino di un’altra persona, senza successo, ma hanno poi trafugato una Fiat Panda e un telefono cellulare appartenente ad un’altra persona. Il culmine della notte è stato raggiunto con un colpo particolarmente violento, durante il quale il gruppo ha sottratto una Fiat 500 L e i telefoni cellulari di tre donne, il tutto armati di pistola.

Le indagini condotte dalla squadra investigativa del Commissariato di Torre del Greco e dai Carabinieri della tenenza di Scafati, supportate da immagini di videosorveglianza, hanno consentito di individuare il veicolo utilizzato dai rapinatori e di ricostruire la sequenza degli eventi che hanno portato alle rapine. Tale operato investigativo ha portato all’arresto di uno dei responsabili, il minorenne, il quale è stato sottoposto a custodia cautelare con collocamento in comunità, su disposizione del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale dei minori di Napoli.

Nonostante l’arresto di uno dei membri del gruppo, altri tre complici rimangono al momento sconosciuti e sono al centro di una serrata attività investigativa. Il minorenne arrestato è stato trasferito presso una struttura di comunità per minori, dove dovrà rispondere delle sue azioni dinanzi all’autorità giudiziaria.

Questi episodi di rapine sottolineano l’importanza di un impegno costante e rigoroso da parte delle autorità nel garantire la sicurezza delle comunità locali e nel contrastare la diffusione delle attività criminali, specialmente quando coinvolgono ragazzi così giovani. L’operato tempestivo ed efficace delle forze dell’ordine rappresenta un segnale significativo di deterrenza per coloro che intendono perpetrare reati e un messaggio rassicurante di tutela per i cittadini.

Storia

Sport