Scafati. Ambrunzo commenta la lite in Consiglio sui nomi delle piazze.

Dopo una dura battaglia in Consiglio Comunale, il consigliere di opposizione Michelangelo Ambrunzo commenta l’accaduto.

“Sono contento quando riesco a stimolare l’amministrazione. Resto però amareggiato, deluso e avvilito per quanto è accaduto alla richiesta di intitolazione di piazza municipio e del ponte del centro cittadino ai fatti del 28 settembre 1943.
Il tentativo di emendare la mozione ha rappresentato uno dei momenti più bassi della politica scafatese.
La maggioranza, nel tentativo di non far passare il nostro atto ha di fatto strumentalizzato la memoria di due illustri cittadini, come: il compianto compagno Dott. Alberto Pesce e il sig. Alfonso Buccino.

A quel punto, nel rispetto delle loro memorie e dei fatti del 28 settembre 1943, ho ritenuto opportuno ritirare la mozione. Un semplice emendamento ad un atto diverso poteva solo offendere le loro memorie.
Credo che per il dott. Alberto Pesce, per il signor Alfonso Buccino, e per i fatti del 28 settembre 1943 vadano preparate apposite delibere che portino alla intitolazione di opportuni spazi cittadini.
Mi farò parte attiva, presentando una nuova mozione, affinché questo accada nel più breve tempo possibile”.