Scafati. “C’è posta per te”, la storia dei due fratelli commuove tutti.

La puntata di “C’è posta per te” su Canale 5, di sabato 15 gennaio, è iniziata con la storia di due fratelli, Francesco e Carmine, due ragazzi scafatesi rimasti orfani pochi anni fa. Il fratello minore Carmine ha contattato la redazione del programma condotto da Maria De Filippi, per preparare una sorpresa al fratello Francesco per ringraziarlo per la forza che ha avuto nel periodo più difficile.

I due sono rimasti da soli dopo la morte dei loro genitori. Suo padre muore a 51 anni, dopo essersi ammalato. Pochi mesi dopo sua madre, 46 anni, sviene in un supermercato e muore.

La vita per i due ragazzi si fa molto difficile e Francesco, il fratello maggiore, gli fa da genitore. Tra le lacrime, Carmine vuole ringraziarlo per essere stato la sua ancora in momenti drammatici come quelli che hanno vissuto.

Francesco entra nello studio di C’è posta per te e, quando si apre la busta e scorge dall’altra parte suo fratello, scoppia in lacrime. Carmine prende parola per dirgli subito quanto sia legato a lui: “Tu non lo sai perché forse non te l’ho mai detto… Quando mamma e papà se ne sono andati e siamo rimasti solo io e te, sei stato solo tu la persona che ho avuto al mio fianco e su cui ho potuto sempre contare. Oggi voglio dirti che tu potrai sempre contare su di me perché sei la persona più importante della mia vita”. Maria De Filippi legge dunque al ragazzo la lunga e bellissima lettera di suo fratello.

Dopo la commozione dell’intero studio è il momento della sorpresa per Francesco. Ad accompagnare suo fratello Carmine, ci sono i giudici di “Tu si que vale”, ospiti speciali di questa storia. Il più commosso è Gerry Scotti che sottolinea ai due ragazzi che “La cosa meravigliosa è questo bellissimo rapporto che vi unisce”.

Sabrina Ferilli, invece, sottolinea lo splendido lavoro fatto dai loro genitori: “Credo che siano stati straordinari nell’insegnarvi anche un rapporto tra fratelli, che è un rapporto all’interno del rapporto familiare. Voi avete questa forza, questa ancora di salvataggio.” Anche Zerbi e commosso e ammette di sapere cosa significa avere un fratello.