Scafati. Allagamenti, il Sindaco diffida la Sma Campania per il dragaggio e la pulizia dell’Alveo nocerino .

Durante un sopralluogo effettuato ieri sul ponte Marconi (tra i comuni di Angri e San Marzano sul Sarno) il Sindaco Salvati ha verificato che la mancata pulizia del canale impedisce il passaggio dell’acqua, deviandola nel Rio Sguazzatorio e causando gli allagamenti in piazza Garibaldi.

Nel corso di un sopralluogo effettuato ieri mattina sul ponte Marconi (tra i comuni di Angri e San Marzano sul Sarno), su invito del Consigliere regionale Nunzio Carpentieri, il Sindaco Cristoforo Salvati, accompagnato dall’Assessore ai Lavori pubblici Pasquale Vitiello, ha avuto modo di constatare la presenza di detriti e materiale di risulta nell’Alveo nocerino che, impedendo il deflusso delle acque e deviandole nel Rio Sguazzatorio, determinano inevitabilmente gli allagamenti nella zona del centro cittadino di piazza Garibaldi. 

Alla luce di quanto emerso durante il sopralluogo, il primo cittadino ha deciso di scrivere alla Sma Campania, società in house della Regione Campania, diffidandola affinché provveda ad effettuare lavori di dragaggio e pulizia dell’Alveo nocerino. 

“E’ vergognoso – ha spiegato il Sindaco Cristoforo Salvati ciò che abbiamo riscontrato durante il sopralluogo. L’accumulo nel tempo di detriti e rifiuti nell’Alveo nocerino ha determinato la formazione di una sorta di diga, la quale impedisce il passaggio dell’acqua, deviandola inevitabilmente nel rio Sguazzatorio che scorre verso il centro cittadino trasportando con sé portate d’acqua eccezionali e causando inevitabilmente gli allagamenti nella zona. Non possiamo restare indifferenti di fronte a tale scenario, che fa rilevare in maniera chiara responsabilità da parte di chi non fa ciò che deve fare. Per questo motivo non esiterò a diffidare la società Sma che, per conto della Regione Campania, deve provvedere a pulire e dragare l’Alveo nocerino, per consentire il naturale passaggio dell’acqua evitandone la deviazione nel rio Sguazzatorio. Non ammetterò più ritardi ed inadempienze. Bisogna agire subito per risolvere tale problematica, che continua a penalizzare principalmente la mia città”.