UNCI prov. Salerno dona due sedie a rotelle all’ospedale di Pagani

Il 14 ottobre 2021 la sezione provinciale di Salerno dell’Unci (Unione Nazionale Cavalieri d’Italia) ha donato due sedie a rotelle al reparto di Ematologia del plesso oncologico dell’ospedale di Pagani, vera eccellenza del territorio.

L’iniziativa rientra nel progetto “Premio Bontà Unci” istituito per la prima volta quest’anno, e deliberato dal presidente della sezione provinciale di Salerno dott. Alfonso Francesco Gatto, dal vicepresidente dott. Massimo Malafronte, dai due consiglieri, dott. Antonino Spera e dott. Liberato Liliano, e dal segretario dott. Pietro D’Amato.
Il premio, le due carrozzine, è stato consegnato al primario del reparto dott. Catello Califano che lo dirige con spirito di alta umanità e professionalità, unitamente alla sua equipe.

Erano presenti anche rappresentanti delle istituzioni locali.
Tramite il presidente Gatto, sono giunti anche i saluti da parte del Prefetto di Salerno, nonché del presidente nazionale UNCI, Grand’Ufficiale Dott. Rag. MdL Marcello Annoni, da Verona, il quale ha firmato ed inviato una pergamena, per valori e meriti riconosciuti, al primario dott. Califano.

La Sezione Provinciale UNCI di Salerno è l’unica esistente in Campania. È stata istituita dal presidente dott. Gatto, nel 2005, inizialmente come Incaricato Provinciale, poi come Delegato Provinciale e dal 2014 si è costituito il Consiglio Direttivo e, quindi, poi, eletto Presidente Provinciale di Salerno.

“Questa giornata era stata programmata per il giorno 8 ottobre, giorno dedicato alla Beata Vergine del Rosario e, per motivi organizzativi, rinviata al 14 ottobre. – spiega il dott. Gatto – Pertanto, rivolgiamo una preghiera alla Madonna del Rosario di Pompei, affinchè illumini e sostenga il Primario e tutti gli Operatori Sanitari nel loro difficile compito, guarisca tutti gli ammalati e dia loro forza e coraggio nell’affrontare la malattia. Ringrazio il Primario e il Direttore Sanitario e tutti coloro che si sono resi disponibili e ci hanno consentito di svolgere questo evento che, tanto ci gratifica, poiché esprime lo spirito della prestigiosa Famiglia UNCI”.0