Scafati. 70 percettori del Reddito di Cittadinanza in aiuto al Comune.

L’Esecutivo del Sindaco Salvati ha dato il via libera per il potenziamento dei tre PUC (Progetti Utili alla Collettività) già attivati dall’Amministrazione comunale nell’ultimo anno e l’avvio di ulteriori due progetti. Sono più di 70 gli ulteriori percettori volontari del reddito di cittadinanza che saranno impiegati per supportare il lavoro del personale comunale

Con delibera n. 93 del 6 ottobre 2021 la Giunta comunale ha approvato, su proposta dell’Assessore alle Politiche sociali Raffaele Sicignano, l’atto di indirizzo per assicurare la continuità, nonché il potenziamento dei tre PUC (Progetti Utili alla Collettività) già attivati dal Comune di Scafati nell’ultimo anno e l’avvio di ulteriori due progetti della stessa tipologia, tra quelli già approvati con delibera di Giunta comunale n. 44 del 3 luglio 2020.
I primi tre progetti (elencati di seguito) erano stati già attivati tra marzo 2020 e maggio 2021:

– “GUARDIANIA LUOGHI PUBBLICI” (Biblioteca, Sede Comunale, Villa Comunale, impianti sportivi ecc.): Supporto nell’apertura e chiusura, con un potenziamento dell’orario delle attività di custodia e vigilanza; Assistenza agli utenti; supporto all’organizzazione di momenti di aggregazione ed animazione;

– “PUNTO VERDE E SPAZI PUBBLICI” per la tutela e la valorizzazione del verde urbano – Villa Comunale, cura del verde e degli spazi pubblici (arredi urbani, aiuole, e aree verdi);

– “SICUREZZA” – Attività di controllo entrata e uscita dalla scuola – Supporto alla vigilanza degli spazi esterni comunali e dei centri sociali – Assistenza durante le manifestazioni (transennamento, servizio d’ordine e mercato settimanale);

Gli ulteriori due progetti che saranno a breve attivati sono i seguenti:

– “L’AMICO DELLA PORTA ACCANTO”- ll progetto sociale prevede attività di supporto domiciliare alle persone anziane e/o con disabilità con il trasporto o l’accompagnamento a servizi sanitari (prelievi, visite mediche), per la spesa e l’attività di relazione, ma anche il recapito della spesa e la consegna di medicinali; piccole manutenzioni domestiche, quali la pulizia straordinaria di ambienti;

– “DIFFERENZIAMOCI CON SCAFATI PULITA” – Il progetto prevede l’affiancamento ai dipendenti in servizio, che avranno cura di favorire momenti di formazione specifici per la mansione delle seguenti attività: pulizia delle strade, pulizia delle aree pubbliche;

“Siamo stati – ha dichiarato il Sindaco Cristoforo Salvati – uno dei primi comuni, a livello provinciale, ad attivare, nell’ultimo anno, i progetti utili alla collettività e abbiamo ritenuto necessario, soprattutto in questa fase, garantirne la continuità, potenziandoli con l’impiego di ulteriori beneficiari del reddito di cittadinanza che possano fornire, in qualche modo, un contributo alla nostra comunità. Abbiamo, infatti, avuto modo di apprezzare l’ impegno garantito in questi mesi dai percettori volontari del reddito di cittadinanza, che ha rappresentato per il nostro Ente un valido aiuto e un notevole supporto al fianco degli operatori comunali rispetto alle attività ordinariamente svolte nei settori nei quali i volontari sono stati impiegati. Con la disponibilità di altre unità, avremo la possibilità di contare su maggiori risorse, in termini di forza lavoro, ottimizzando ulteriormente i servizi per la collettività. Attiveremo, a breve, gli altri due progetti. Tra questi anche quello finalizzato alla formazione dei volontari rispetto alle attività di pulizia delle strade e delle aree pubbliche”.

“La scelta – ha aggiunto l’Assessore alle Politiche sociali, Raffaele Sicignano – di potenziare i progetti già attivati e di attivarne altri due risponde ad un duplice obiettivo: garantire un maggiore supporto al personale comunale, gravato dai pensionamenti degli ultimi anni, per l’erogazione dei servizi alla collettività ed offrire ai percettori volontari del reddito di cittadinanza la possibilità di formarsi e potenziare le proprie capacità, assicurando allo stesso tempo un contributo prezioso alla società, sotto forma di impegno sociale e civile. Il potenziamento dei tre porgetti già attivati e l’avvio degli ulteriori due ci consentiranno di impiegare altri 70 e oltre percettori del reddito di cittadinanza, che andranno ad aggiungersi ai beneficiari del sussidio già utilizzati per i progetti attivati in precedenza. Le nuove unità che saranno impiegate saranno selezionate in base a requisiti e competenze specifiche richieste per le mansione previste.”