Festa a Scafati, Don Giovanni: “La città ha bisogno di un nuovo slancio”

E’ il secondo anno che la festa in onore della Madonna delle Vergini viene fatta in forma ridotta per la pandemia che ancora interessa il mondo intero. La festa è cominciata ieri, 15 luglio, con l’inizio del novenario. La statua della Madonna è stata portata in piazza Vittorio Veneto per la celebrazione della Messa, a seguire lo spettacolo pirotecnico offerto dalla banca BCC.

Questo il messaggio di Don Giovanni De Riggi, parroco della chiesa Madonna delle Vergini di Scafati.

“Quando a luglio dello scorso anno celebrammo la festa avevamo la speranza che per questo anno le cose potessero andare diversamente, ma dobbiamo fare ancora i conti con la situazione sanitaria.

Dall’inizio di giugno tantissima gente mi chiede in continuazione circa la festa, e soprattutto circa la processione. Mi sono arrivato messaggi su whatsapp esprimendo il desiderio di vedere passare la Madonna per le strade della nostra città. Devo dire che questo era anche il mio desiderio. Anche se si sa che la festa con gli spettacoli canori e musicali era impossibile pensarla, si sperava tuttavia alla possibilità di una processione come segno di benedizione per la nostra città. Dobbiamo attendere  tempi migliori.

La festa di quest’anno la faremo così come ci sarà possibile. La devozione alla Madonna delle Vergini è patrimonio non solo religioso della nostra città ma anche culturale e contribuisce a tenere viva la memoria così necessaria per la ricerca di quella identità di cui la nostra città ha profondamente bisogno. E Scafati ha bisogno pure di un nuovo slancio, di riappropriarsi di una fiducia nelle sue potenzialità, ha bisogno di futuro. Da alcuni anni, ancora prima della pandemia, la città vive come in uno stato comatoso, forse in stato di “depressione”. Ritengo che l’apporto della dimensione spirituale sia fondamentale per una ripresa del vivere civile.

Ci si prepara alla festa con un novenario di preghiere e di predicazione che inizierà il 15 luglio. Non potendo fare la processione che tradizionalmente raggiungeva il palazzo comunale, celebreremo invece una solenne messa in piazza V. Veneto. Per l’occasione verranno accese le luminarie collocate sul ponte fino all’inizio del corso, luminarie particolari che penso saranno una sorpresa e ci sarà uno spettacolo pirotecnico offerto gentilmente dalla Banca di Credito Cooperativo di Scafati e Cetara.

Il 16 luglio inizierà la novena con due momenti: al mattino, alle ore 7, si terrà il   “Buongiorno” a Maria con le lodi mattutine, la recita di una posta del rosario e una piccola meditazione e alla sera, alle ore 19, il rosario, la celebrazione della Messa e la predicazione tenuta da padre cappuccino Francesco Trivelli.

Domenica 25 luglio, alle ore 19.30, la statua della Madonna delle Vergini sarà portata in piazza per la celebrazione eucaristica presieduta da Mons. Antonio Di Donna. Lo stesso avverrà la sera del 26 per la celebrazione eucaristica presieduta dal nostro vescovo Francesco. Il 15 agosto, poi, solennità dell’Assunzione della Vergine Maria, dopo la celebrazione eucaristica in piazza la statua verrà intronizzata nella cappella a lei dedicata”.

(foto in evidenza di repertorio)