Scafati. L’Elemosiniere del Papa in visita a “La Casa di Francesco”.

Nella giornata di venerdì 14 maggio 2021, il cardinale Konrad Krajewski si è recato a Scafati, per fare visita a “La Casa di Francesco“, la struttura d’accoglienza dei senzatetto guidata da Don Peppino De Luca, parroco della chiesa San Francesco di Paola.

Un momento molto emozionante: il cardinale Krajewski è, infatti, l’elemosiniere di Papa Francesco, figura determinante per la carità.

Durante la visita, oltre alla benedizione della struttura, non sono mancati i complimenti per l’azione portata avanti.

Ecco le parole di Konrad Krajewski, presso “La casa di Francesco” a Scafati:

Se ci si prende cura anche di un solo uomo, è come se avessimo salvato l’umanità intera. Nell’amore per il prossimo, soprattutto per i più deboli della società, non contano i numeri, ma favorire la collaborazione con le diverse realtà sociali e politiche e la responsabilità personale. Un solo ospedale non può curare tutti i malati del mondo, ma se ognuno si preoccupasse anche solo di un’altra persona, allora potremmo davvero raggiungere tutti. Il vostro servizio proceda goccia a goccia, solo così si può alimentare l’oceano.

Oggi è l’unico giorno che deve interessarci. Ieri, con tutti i suoi errori e turbamenti, è già passato, non dobbiamo caricarci del suo peso; il domani, invece, è incerto. Dobbiamo vivere pienamente l’oggi, dobbiamo agire oggi. Oggi ci viene chiesto il nostro contributo, oggi ci viene chiesto di amare. Non si può rimandare al domani.

In questo tempo così difficile, di fronte alla sofferenza dei più poveri non si può voltare la faccia dall’altra parte o ripararsi dietro le leggi. Seguendo l’insegnamento di Gesù, i cristiani devono essere rivoluzionari: aiutare l’altro, mio fratello, non può essere rimandato per motivi burocratici. Gesù ci insegna che la persona è più importante della legge”.