Il luogotenente carica speciale Michele Voccia va in pensione:38 anni vissuti nell’Esercito.

“Questo è un lavoro che si può fare solo se ci sono passione e amore, l’ho fatto per 38 anni e sono orgoglioso di essermi messo a disposizione dell’Esercito; i momenti più significativi restano le esperienze che ho avuto nei vari scenari di guerra vissuti all’estero, in particolare il ricordo del sorriso genuino che ti regalavano i bambini ogni qualvolta gli porgevi una cioccolata, una bottiglia d’acqua. Non posso dimenticare il calvario di questi bambini e le loro lacrime. Un’infanzia immersa nella povertà, nelle ingiustizie, nei soprusi, nelle malattie, nella morte”. Queste alcune delle parole del  Luogotenente Carica Speciale  Michele Voccia, a margine della cerimonia in forma ristretta per l’emergenza COVID svoltasi presso il Polo di Mantenimento Pesante Sud dell’Esercito per il suo congedo dopo tanti anni di carriera militare.

Il luogotenente Michele Voccia, agli inizi della carriera ha ricoperto l’incarico di comandante di squadra e successivamente quello di comandante di plotone sempre in reparti operativi dell’Esercito. Dopo un lunghissimo e bel percorso umano oltre che professionale nell’Esercito, che lo ha visto, in questi oltre 38 anni di permanenza, sempre impegnato al servizio dello Stato e della comunità, lascia il servizio attivo.

Arruolato nell’ormai lontano settembre del 1983, aveva appena compiuto 16 anni, dopo l’iniziale formazione e successivo corso di specializzazione in mezzi corazzati, viene destinato a Milano al 33° reggimento  logistico con il grado di sergente.

Nel giugno del 1997, col grado di maresciallo capo,  viene destinato al 1° reggimento trasmissioni di stanza  a Milano e nell’anno 2001  assume servizio presso l’importante 1° reggimento trasmissioni NATO in Varese.

Nel 2017 consegue la qualifica di Luogotenente e successivamente il grado di Luogotenente Carica Speciale.

Il luogotenente Voccia ha partecipato alle seguenti missioni/operazioni:

– Missione ONU – Operazione “ALBA” – Albania con l’incarico di comandate di plotone (1997);

– Missione NATO – Operazione  “JOINT “ – Macedonia (1999) con l’incarico di responsabile della gestione del denaro;

– Missione NATO – “KFOR” – Kosovo (2000) con l’incarico di comandante di plotone.

– Missione NATO – “ISAF” – Afghanistan  ( 2006) con l’incarico di Senior mws nco, responsabile del walfare del Comando Nato.

– Missione territoriale nazionale “ STRADE SICURE” (2014) impiegato presso la  sala operativa.

Oltre alle diverse onorificenze nazionali e della NATO per le missioni nei differenti teatri operativi, il luogotenente è stato insignito della Medaglia di Bronzo al merito di lungo comando, della Croce  commemorativa per le operazioni di salvaguardia delle libere istituzioni e mantenimento dell’ordine pubblico, della Croce d’Oro con stella per anzianità di servizio e della Medaglia Mauriziana al merito per la carriera militare.

Diversi anche gli apprezzamenti e gli encomi ottenuti dalla scala gerarchica, per le diverse attività  che lo hanno visto protagonista.

Il luogotenente Voccia è Istruttore Militare di Educazione Fisica e di Scuola Guida. Tra i suoi hobby vi sono l’escursionismo, il bricolage e il motociclismo.

Al Luogotenente Michele Voccia facciamo i più sentiti auguri di una meritata pensione.

Alberto Voccia