La Campania è zona arancione: negozi aperti e spostamenti nel proprio Comune.

È arrivata l’ufficialità: a partire da domenica 6 dicembre, la Campania sarà in zona arancione. Ecco, dunque, come cambieranno le disposizioni anti-contagio, cosa si può fare e quali negozi saranno regolarmente aperti.

Possono riaprire tutti i negozi al dettaglio fino alle ore 21.00 anche quelli che vendono beni considerati non di prima necessità. Ad esempio, potranno riaprire i negozi di abbigliamento e i centri estetici.

Restano chiusi i bar, pizzerie e ristoranti, per queste attività è consentito soltanto l’asporto (fino alle ore 22) e il delivery, ovvero le consegne a domicilio, che non hanno invece limitazioni di orari.

Nell’area arancione è consentito spostarsi esclusivamente all’interno del proprio Comune, dalle 5 alle 22, senza necessità di motivare lo spostamento con l’autocertificazione .

Dalle 22 alle 5 sono vietati tutti gli spostamenti, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze. Inoltre sono vietati, 24 ore su 24, gli spostamenti verso altri Comuni e verso altre Regioni

Chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno. Sono ancora vietati i mercati e le fiere.

Possibile andare ad assistere un parente o un amico non autosufficiente, è possibile, anche se sconsigliato, spostarsi per portare i propri figli dai nonni ed infine sarà possibile dalle 05.00 alle 22.00 fare attività fisica all’aperto.

Infine, Vincenzo De Luca ha anticipato il divieto di spostarsi nelle seconde case per tutto il periodo festivo.