Lo Stadio Comunale riaprirà ai tifosi della Scafatese Calcio.

Arriva finalmente il via libera agli spalti dello stadio comunale di Scafati “28 Settembre 1943”, per una prossima stagione di calcio senza ostacoli e tanti sogni. È l’annuncio del presidente della Scafatese Calcio Vincenzo Cesarano dopo una nota di risposta a sua destinazione del Sindaco Cristoforo Salvati in cui sono state spiegate le condizioni per le quali la struttura sportiva fosse chiusa al pubblico, comunicando che comunque “sarà concesso l’utilizzo della struttura un’agibilità totale”. Una promessa importante, figlia delle ultime autorizzazione arrivate dopo la conclusione dei lavori di ristrutturazione degli spogliatoi, del locale caldaia, dell’autoclave. Infine, probabilmente più importanti, le prove di carico sulle strutture. Nello scambio di note tra Salvati e Cesarano si è discusso anche dei costi d’affitto delle strutture sportive comunali, in particolare quella relativo allo Stadio Comunale. Oneri importanti e considerati troppo elevati da molti, tra cui anche il presidente gialloblu Vincenzo Cesarano che ne aveva chiesto la riduzione. “Si conferma la volontà dell’amministrazione comunale di ridurre le tariffe per l’utilizzo degli impianti sportivi” scrive Salvati che poi precisa che la manovra dovrà avvenire “in misura compatibile con le inderogabili esigenze di bilancio” del Comune. Un paio di buone notizie che non possono che confermare la voglia della proprietà della Squadra calcistica di investire in una stagione con grandi obiettivi sul campo, difficili da raggiungere negli ultimi anni per tutti i trambusti legati al campo pubblico. Infatti, parallele le questioni extracalcistiche, la dirigenza ha assunto alla guida della futura squadra canarina il mister Angelo Teta, e due giorni fa è stato annunciato anche il rinnovo di Davide Evacuo, l’attaccante Scafatese nel cuore dei tifosi che annuncia l’obiettivo serie D con i colori gialloblù.

Alfonso Romano