Scafati. Cittadinanza onoraria allo studente egiziano in carcere, la proposta in consiglio comunale.

“Conferimento della cittadinanza onoraria a Patrick Zaky, studente dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna – ed attivista per i diritti umani e di genere”, è questa la proposta che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale scafatese, a firma del consigliere comunale Michele Grimaldi Michele e di altri tre colleghi.

Patrick Zaki, attivista e ricercatore egiziano di 27 anni, si trova in Egitto dal 7 febbraio 2020 in detenzione preventiva fino a data da destinarsi.

La prima udienza del processo si è tenuta il 12 luglio, solo a seguito di estenuanti rinvii. Nonostante gli avvocati di Patrick abbiano potuto presentare le ragioni per cui chiede la scarcerazione, il giudice ha deciso per prolungare la detenzione preventiva di ulteriori 45 giorni.

Patrick George Zaki rischia fino a 25 anni di carcere per dieci post di un account Facebook, che la sua difesa considera ‘falso’, ma che ha consentito alla magistratura egiziana di formulare pesanti accuse di “incitamento alla protesta” e “istigazione a crimini terroristici”.

Nel suo paese avrebbe dovuto trascorrere solo una vacanza in compagnia dei suoi cari in una breve pausa accademica.