Scafati. Gruppo Indipendente, si dimette l’assessore Sicignano.

Dopo il forte dibattito in consiglio comunale, il Gruppo Indipendente ha ritirato il proprio assessore di riferimento Antonella Sicignano. La stessa si è dimessa poche ore fa, confermando piena sinergia con i consiglieri comunali.

Di seguito la nota di Antonella Sicignano, e poi la nota del Gruppo Indipendente.

Antonella Sicignano:
“La politica intesa come buona amministrazione ha bisogno di tranquillità, programmazione e una visione della città diversa. Considerata l’attuale situazione politica e gli eventi dell’ultimo consiglio comunale, in piena condivisione con il Gruppo Indipendente, rassegno le mie irrevocabili dimissioni. Ringrazio tutti i dipendenti comunali, costretti a lavorare in una drammatica situazione di sottorganico, e in particolare la dirigente Anna Sorrentino, una professionista di spessore e con la quale ho sempre lavorato con grande sinergia e intesa. Ringrazio i consiglieri Di Massa, Conte, Attianese e Auricchio, e tutti coloro che hanno sempre riposto fiducia verso la mia persona. Un ringraziamento al sindaco, dott. Cristoforo Salvati, per avermi concesso la possibilità di fare quest’esperienza formativa”.

Gruppo Indipendente, consiglieri Alfonso Di Massa, Anna Conte, Paolo Attianese e Camillo Auricchio:

“A seguito del Consiglio Comunale del 23 giugno 2020, i consiglieri comunali Alfonso Di Massa, Anna Conte, Paolo Attianese e Camillo Auricchio intendono esprimere alcuni importanti concetti. Il nostro obiettivo è, e sarà sempre, esclusivamente quello di produrre proposte serie nell’interesse dei cittadini. Proposte che, sino ad oggi, abbiamo sempre inteso condividere con gli altri gruppi della maggioranza e con il Sindaco.

Ci siamo definiti “anima costruttiva” ed in questi mesi ci siamo dedicati a tematiche importanti. In primis, il rilancio delle attività produttive, e una serie di azioni a supporto dei commercianti, come la sospensione dei tributi, il Siad, le rassegne estive e natalizie, un’App per dare visibilità alle attività scafatesi, l’istituzione di una Consulta per le attività produttive. Ne abbiamo chiesto un consiglio comunale ad hoc. E poi la riorganizzazione della macchina comunale, per garantire i servizi ai cittadini e per dare i giusti meriti ai dipendenti del Comune. Siamo stati, inoltre, disponibili su tante altre tematiche, dedicando giustamente il nostro tempo per la Città e i cittadini. Continueremo a farlo, con forza, per uscire da questo “immobilismo” e costruire una macchina che vada subito a regime, per dare risposte alla Città in maniera immediata.

Dopo, però, le parole pronunciate dal Primo Cittadino durante il Consiglio Comunale, occorre fare una riflessione seria, ed essere conseguenziali rispetto alle posizioni prese. Quello del Sindaco è stato un atteggiamento offensivo, non solo nei confronti dei membri dell’Assise, ma anche nei confronti della Città.

Dimostrando quindi di non essere attaccati, in nessun modo, alle cosidette “poltrone”, a seguito delle dichiarazioni del Sindaco, chiediamo ufficialmente al nostro unico assessore di riferimento, Antonella Sicignano, di rassegnare le proprie dimissioni ad horas, ringraziandola per il grande ed importante lavoro svolto nell’interesse della Città.

Contestualmente, riconsegniamo nelle mani del Primo Cittadino anche le deleghe assegnate ai consiglieri comunali appartenenti a questo gruppo. Ribadiamo, in questa sede, di avere ben chiare le idee da portare avanti. Non ci sentiamo affatto “confusi”, ma vogliamo lavorare per la Città, chiedendo il dovuto rispetto al Sindaco, nei confronti di tutti i gruppi.

Come da lui stesso dichiarato, ci troviamo davanti ad una crisi politica. Ci auspichiamo, quindi, di poter partecipare ad un tavolo di confronto con tutti i gruppi di maggioranza, affinché si possa ripartire con serietà e lealtà, con la prerogativa però che ognuno, nel rispetto del ruolo che gli verrà assegnato, possa avere il giusto raggio d’azione nelle tematiche di propria competenza.

Il nostro gruppo continuerà a camminare a testa alta, portando avanti i valori dell’onestà e della lealtà, e prendendosi le responsabilità che gli competono.
Allo stesso tempo, infine, siamo consapevoli e pronti a qualsiasi decisione, sempre nell’interesse della Città”.