Scafati. È volato in cielo “Don Luigi” Acanfora, mobiliere storico.

È volato in cielo questa mattina, all’età di 87 anni, “Don Luigi” Acanfora. Le esequie si terranno domattina, lunedì 22 giugno 2020, alle ore 12.00 direttamente al cimitero di Scafati, con cerimonia religiosa all’aperto.

All’anagrafe Gennaro Acanfora, classe 1933, grande imprenditore e volto storico della città di Scafati. Il destino ha deciso così, portandolo via serenamente all’età di 87 anni, con l’abbraccio dei suoi cari che fino all’ultimo momento gli hanno stretto la mano. E proprio nel giorno di SAN LUIGI, come tutti, da sempre, lo chiamavano in città.
E cosi, Scafati perde uno storico pilastro, con l’addio di un personaggio molto amato e conosciuto in città.

Una storia incredibile la sua, degna del più intricato dei romanzi, tra successi incredibili ed immani tragedie.
Falegname sin da giovane e sposato con la splendida Antonietta, Don Luigi ben presto seppe cambiare il suo destino.

Fondatore di “Acanfora Mobili”, pose le basi per un successo imprenditoriale con pochi precedenti nell’Agro Nocerino Sarnese, divenendo, a cavallo degli anni 60 e 70 un punto di riferimento nazionale nel settore dell’arredamento.

Eppure, i momenti difficili non sono mancati, con la perdita della bellissima figlia Elisa, poco più che ventenne, operata in America e poi volata in cielo, poco dopo, lasciando un dolore immenso che ancora in molti ricordano in città.
Sorte amara, che anni dopo toccherà anche il figlio Pasquale, 43enne molto amato anch’egli scomparso prematuramente.

Una vita intensa, insomma, quella di Gennaro Acanfora, la cui storia é oggi portata avanti dal figlio Giovanni (fondatore de “Le Camerette” e stimatissimo a Scafati), nonché dai nipoti Gennaro (che oggi conduce l’azienda di famiglia) e Roberto, giovane avvocato penalista di cui si dice un gran bene.
Scafati saluta “Don Luigi” Acanfora, con l’augurio che la sua storia, il suo impegno e la sua generosità, siano di esempio per tutti.

Anche la nostra redazione, di Scafati In, si unisce al dolore della famiglia Acanfora, ricordando con affetto l’amato “Don Luigi”.