Scafati. “Sangiovanni Auto 2.0”, auto ibride e consulenze online

Anche il settore automobilistico sta attraversando un momento particolare. Questa emergenza ha aperto gli occhi di molti in riguardo alla tutela dell’ambiente. La “Sangiovanni Auto” di Scafati è però molto attenta a questa tematica e già da tempo ha deciso di investire nel settore green. Per questo abbiamo deciso di intervistare Francesco Sangiovanni.

In questo periodo così particolare qual è la vostra visione?

“Questo cambiamento epocale ci sta mettendo a dura prova, ci ha momentaneamente privati della nostra libertà, alla quale non abbiamo mai attribuito il suo vero valore. Una battaglia difficile per tutti noi, imprenditori e non, soprattutto per la questione psicologica.
Voglio citarti una frase che lessi ultimamente “TUTTI I GRANDI CAMBIAMENTI SONO PRECEDUTI DAL CAOS”, lo dice anche la nostra storia. Quindi non dobbiamo far dominare la paura, bisogna essere positivi e resistere. D’altronde siamo ITALIANI, il progresso è nel nostro DNA”.

 Per questo motivo, come pensate di adattarvi al cambiamento?

“Al centro dei nostri progetti c’è sempre il cliente finale e soddisfare le sue esigenze è il nostro principale obiettivo. In questa fase stiamo cercando di evolvere il nostro operato, sfruttando quella che è la tecnologia. Officina sempre più all’avanguardia, consulenza tramite chat online o video chiamata, presenza costante con contenuti tramite social network. Insomma un progetto innovativo che ci porta verso la Sangiovanni Auto 2.0“.

 Parlaci di più di questo progetto!

“Alla base ci sono i veicoli di ultima generazione, quelli green “ibridi o elettrici”. Prima di iniziare vorrei spiegare per me cos’è la natura…”

Noto che ci stai pensando un bel pó prima poichè stiamo toccando un argomento estremamente importante.

“Credo che ognuno di noi debba porsi la stessa domanda cercando di cogliere l’essenziale, poiché parliamoci chiaro, tutti noi “me compreso” abbiamo perso di vista l’importanza di questo mondo, tant’è vero che l’obiettivo della nostra vita è quello di correre dietro al dio danaro. Per carità, anche quello importante, ma sembra che sia più un’ossessione. Penso che dovremmo iniziare a cambiare prima noi, modificando il nostro stile di vita e dando priorità alle cose estremamente importanti”.

Ritornando alle auto, spiegaci la vostra visione…

“Un veicolo green di certo non salva il mondo ma nel suo piccolo da un contributo a preservare l’ambiente grazie alle sue emissioni di co2 basse o addirittura pari a zero oltre ai tanti altri vantaggi fiscali ed economici. Per chi volesse approfondire il discorso, invito tutti a seguirci sui social e volendo, interagire direttamente col nostro personale”.

Grazie a Francesco Sangiovanni e in bocca al lupo per il vostro ambizioso progetto.