Scafati. “Avvocati sciacalli?”, all’associazione scafatese non risulta.

Si riporta di seguito il COMUNICATO STAMPA ricevuto dall’Associazione Avvocati Scafatesi.

“Alla luce dei recenti eventi di cronaca e delle notizie di stampa -riportate da testate locali e nazionali- che hanno visto la segnalazione all’autorità Antitrust da parte degli organi rappresentativi dei medici impegnati in prima linea nella lotta alla pandemia da Covid 19 verso colleghi, non meglio identificati, nostri concittadini, accusati di essere “sciacalli” (“Coronavirus, a Scafati «avvocati sciacalli»: parte l’esposto dei medici – Il titolo di La città di salerno del 01.04.2020), ci preme sottolineare quanto segue.

All’associazione “Avvocati scafatesi” non risultano, ad oggi, che siano coinvolti colleghi (scafatesi e non) nell’iniziativa, indubbiamente poco felice, portata avanti dalla società di consulenza A.P. Risarcimento e Consulenza, avente sede legale in Scafati.

L’iniziativa, senza ombra di dubbio, discutibile nelle tempistiche, nel metodo e nel merito, trova la più ferma condanna da parte dei membri dell’Avvocatura scafatese firmatari del presente comunicato.

Sarà nostra cura vigilare -anche alla luce della posizione assunta dal Consiglio Nazionale Forense che ha fermamente stigmatizzato l’episodio- su tali condotte a tutela dell’onorabilità della classe forense, scafatese e non”.