CONSIGLI PER LA VISTA . Applicare lenti a contatto la notte per vedere di giorno senza occhiali ne lenti a contatto

La miopia è il più comune dei difetti visivi, essa affligge il 30% della popolazione e le stime per il 2050 sono addirittura del 50%, quasi il 75% degli studenti universitari hanno questo problema. La miopia, una volta manifestata tende a peggiorare, soprattutto negli adolescenti e nei giovani adulti anche usando occhiali appropriati. Le immagini in un occhio miope vengono focalizzate prima della retina invece che sulla retina, inoltre l’occhio miope è troppo lungo e la cornea ha una curvatura troppo accentuata: ciò causa la visione annebbiata per lontano.
Con l’ortocheratologia, senza l’uso della chiurugia, la miopia non elevata fino a 6 diottrie anche in presenza di un po’ di astigmatismo, può essere migliorata in pochi giorni fino ad ottenere una buona acutezza visiva naturale. Gradi più elevati di miopia, oltre le 6 diottrie in soggetti selezionati, otterranno notevoli miglioramenti e minore dipendenza dagli occhiali che prima sarebbero stati impossibili. Inoltre questa tecnica permette il controllo della progressione miopica: Diversi studi scientifici hanno mostrato come le lenti a contatto ortocheratologiche esercitino un ruolo importante sul controllo della progressione miopica nei giovani. Esistono numerosi portatori di lenti a contatto ad uso notturno e hanno verificato un significativo rallentamento della progressione miopica soprattutto nei soggetti giovani che utilizzano questa tecnica correttiva. Spesso in passato si tendeva a sottocorreggere i giovani miopi in peggioramento, ma recenti studi hanno confermato che non correggere adeguatamente la miopia giovanile porta ad un aumento della miopia. L’ ortocheratologia ha permesso di ridurre, rispetto all’ uso di occhiali, la crescita della lunghezza assiale di un valore tra il 33% e il 56%. Questo corrisponde ad una riduzione della progressione miopica di circa 0,50D 0,75D nel corso di uno due anni.

PREVENZIONE DELL MIOPIA PROGRESSIVA ELEVATA. Particolarmente interessante è la possibilità di poterne prevenire nei bambini il peggioramento ed allo stesso tempo ridurne il grado della Miopia (superiore alle 5/6 diottrie) con l’uso abbinato di occhiali di basso potere e lenti a contatto OK. In un recente studio scientifico pubblicato nel 2018 su bambini con miopia superiore alle 5 diottrie con età dai 9 ai 12 anni seguiti per due anni, è stata appurata l’efficacia della “Terapia Preventiva” riscontrando una riduzione della progressione miopica del 63% rispetto ai bambini coetanei (gruppo di controllo) che non usavano lenti OK.

L’ IPERMETROPIA .L’ ipermetropia è la condizione opposta della miopia. Le immagini vengono focalizzate dietro alla retina e l’ occhio deve accomodare di continuo al fine di focalizzare l’immagine sulla retina. L’ipermetropia è un difetto visivo meno frequente della miopia, ma è causa di affaticamento del sistema visivo che può causare mal di testa, bruciore occhi, lacrimazione, visione annebbiata a tratti, difficoltà nella lettura e problemi nel memorizzare e comprendere correttamente durante lo studio o il lavoro al computer.
Con le lenti per ortocheratologia notturna l’ipermetropia anche associata ad astigmatismo può essere corretta con successo fino a 3 4 diottrie.

 

Luigi Rendina