SpESSO E VOLENTIERI Sesso e sonno

Fare l’amore permette di dormire meglio. Ma occorre dormire abbastanza per averne voglia. È un circolo virtuoso (e vizioso) quello che collega sesso e sonno, e lo confermano diverse ricerche, indagini, studi. Tra le attività che si possono fare la sera per aiutare il cervello e il corpo a rilassarsi, e abbandonarsi finalmente tra le braccia di Morfeo, molti specialisti consigliano proprio l’attività sessuale. Come afferma Rachel Needle, co-direttrice del Modern Sex Therapy Institutes (lo riporta la CNN), dopo un rapporto soddisfacente (con raggiungimento dell’orgasmo), il corpo rilascia abbondanti quantità di ossitocina, un ormone che abbassa i livelli di stress, induce le ‘coccole’ e la vicinanza, e aiuta a rilassarsi. Inoltre, nelle donne si innalzano i livelli di estrogeni, che inducono ad un sonno più profondo. Mentre negli uomini si produce prolattina, che diversi studi hanno collegato alla sonnolenza. Non è solo una questione chimica. Facendo sesso si libera la mente, non si pensa ad impegni e difficoltà. Molte persone fanno fatica ad addormentarsi anche a causa dell’eterna connessione tecnologica (non a caso, smartphone e computer dovrebbero essere spenti almeno 2 ore prima di dormire, confermano oramai molti studi). Fare sesso aiuta a distaccarsi da tutto, addormentandosi più sereni.Ma c’è un altro lato della medaglia. Ovvero, spesso si arriva a sera troppo stanchi per fare sesso. Uno studio afferma che le donne dopo i 50 anni tendono ad avere problemi di insonnia, e la stanchezza si associa ineluttabilmente poco desiderio. I disturbi del sonno, oggigiorno sempre più diffusi – anche a causa della tecnologia, come già accennato – non aiutano la libido. Al contrario, un altro studio che riporta la CNN ha riscontrato che più si dorme più aumenta il desiderio sessuale. Insomma, per dormire bene bisognerebbe fare sesso, ma per fare sesso occorre aver dormito bene.