Scafati. 25mila euro per l’attività dei consiglieri comunali negli ultimi sei mesi.

Ecco i compensi per le attività dei consiglieri comunali di Scafati, riferiti al semestre da Luglio a Dicembre 2019. Le presenze comprendono i consigli comunali e le commissioni per un totale di circa 25 mila euro.

La più presente è Nunzia Di Lallo, quasi 1.700 euro a fronte delle 49 presenze.

La segue Ida Brancaccio, con 48 presenza e quasi lo stesso compenso.

C’è poi Luca Maranca: 44 presenze e circa 1.500 euro, Luca Maranca.

Seguono con poche sedute in meno e circa 1.400 euro a testa: Giuseppe Sarconio del Movimento Cinque Stelle, e Michelangelo Ambrunzo e Michele Grimaldi, del centrosinistra.

C’è poi un folto gruppo a circa 1.000 euro con 30-35 presenze, composto da: Nicola Acanfora e Teresa Formisano, e i membri della maggioranza Paolo Attianese, Camillo Auricchio, Giovanni Bottone, Nicola Cascone, Serena Porpora, Arcangelo Sicignano, Daniela Ugliano, Antonella Vaccaro e Pasquale Vitiello.

Scendendo c’è Anna Conte, 26 presenze e circa 900 euro, e Alfonso Carotenuto, 23 presenze e circa 800 euro.

18 presenze e poco più di 600 euro per Antonio Fogliame.

13 presenze e 450 euro per Michele Russo.

Ultima posizione per Alfonso Di Massa, primo eletto con oltre 700 preferenze, ma solo 9 presenze tra sedute di consiglio comunale e commissioni, per lui circa 300 euro.

A tutti questi va aggiunta Liliana Acanfora (due presenze e circa 70 euro), subentrata però in consiglio comunale solo nel mese di novembre, prendendo il posto del dimissionario Marco Cucurachi, il quale in quattro mesi aveva comunque accumulato quindici sedute e circa 500 euro.

Un totale di quasi 25 mila euro. È questo il costo dell’attività dei consiglieri comunali nel secondo semestre del 2019 ad esclusione del mese di Agosto, in cui non si è svolta alcuna seduta.