Scafati. Stadio e Palamangano fatiscenti, appello degli ultras uniti al prossimo sindaco

Con un comunicato congiunto, le tifoserie della Scafatese Calcio e dello Scafati Basket hanno voluto evidenziare il momento difficile che sta attraversando lo sport nella città dell’Agro. “Come ogni cittadino di Scafati, – scrivono – anche noi tifosi ci interroghiamo sul futuro della nostra città. Siamo a maggio ed in nomi dei candidati si conoscono, si conoscono i programmi ed oltre alle solite cause comuni, ovvero fiume, villa ed ospedale, c’è un altro punto in comune a tutti i candidati, cioè quello di voler far rivivere la città, riportare i cittadini nelle strade e creare punti di aggregazione per far rinascere quel senso di appartenenza perso nel tempo. Ma questo senso di appartenenza, questa aggregazione, da dove può partire se non dallo sport?”.

Le due tifoserie ci tengono a sottolineare come sia diventato difficile per le società scafatesi allenarsi in città. “Le due maggiori società sportive del territorio: la Scafatese Calcio 1922 e lo Scafati Basket 1969, sono anni che subiscono nel totale silenzio politico e nel totale disinteresse cittadino, tranne per quei pochi innamorati, situazioni ridicole e inverosimili. Costi degli impianti irreali, chiamiamoli impianti, poi, dove il Palamangano versa in uno stato pietoso fatiscente con costi fuori mercato, e la Scafatese Calcio costretta ad emigrare a Sant’Antonio Abate per la non omologazione dello stadio comunale. Le altre società del territorio che utilizzavano ad esempio il palazzetto dello sporto costrette ad emigrare nelle città limitrofe, ed altre sono addirittura morte non riuscendo ad affrontare i costi per tariffe esorbitanti”. L’appello, infine, è rivolto alla prossima amministrazione comunale che sarà eletta dopo il ritorno alle urne del prossimo 26 maggio. “Noi siamo convinti che lo sport sia un sano portatore di aggregazione e senso di appartenenza, oltre ad essere fondamentale per l’insegnamento di senso civico e di educazione. Al futuro sindaco quindi chiediamo poche semplici cose. Che la Scafatese ritorni a giocare al comunale di Scafati, che finalmente il Palamangano diventi un palazzetto di seria A, e che vengano aiutate tutte quelle società che fanno sport a Scafati”.