CONSIGLI PER LA VISTA Cibi  sani   –   occhi  belli

 

Si sa che una corretta alimentazione è d’importanza vitale per la salute: una dieta corretta aiuta il corpo a crescere, a guarire e a combattere le infezioni. Con l’avanzare dell’età, la rigenerazione delle cellule del corpo diventa molto più difficile, il che può incidere anche sul benessere degli occhi e sulla qualità della visione. Alcune sane abitudini di vita ci aiutano a diminuire il rischio di sviluppare gravi malattie oculari quali la degenerazione maculare senile, il glaucoma o la cataratta: proteggere sempre gli occhi dai raggi solari con occhiali da sole di buona qualità, smettere di fumare, svolgere regolare attività fisica e seguire un’alimentazione corretta.

Mangiare verdure:

Se desideriamo  promuovere il benessere degli occhi tramite gli alimenti, nessun cibo è più efficace delle verdure a foglia verde, ricche di luteina e di vitamine antiossidanti. Il cavolo riccio è la maggior fonte conosciuta di luteina, seguito dagli spinaci e dal prezzemolo.

Coloriamo i piatti:

I carotenoidi conferiscono colori accesi a una gran varietà di frutti e verdure. Un piatto colorato composto da cibi ricchi di carotenoidi comprende mais, kiwi, zucca, zucchine, uva fragola e peperoni verdi o gialli. Questi alimenti sono anche ricchi di vitamine antiossidanti, che giocano un ruolo fondamentale nel mantenere gli occhi in buona salute.

Pesce Azzurro:

Il grasso di pesce è ricco di omega-3, che possono contribuire a favorire la corretta idratazione degli occhi: il salmone, il tonno e lo sgombro sono le maggiori fonti di questo acido grasso essenziale.

Uova in tutte le forme:

I carotenoidi sono responsabili anche del colore arancione del tuorlo dell’uovo, che è infatti una delle migliori fonti di luteina e zeaxantina.

Non dimentichiano lo zinco: Le ostriche contengono più zinco per porzione di qualsiasi altro cibo; ne sono ricchi anche i frutti di mare e il manzo. Anche latte, formaggio e pane contengono zinco.

L’importanza dell’olio d’oliva:

Al giorno d’oggi siamo tutti diventati esperti lettori di etichette e di ingredienti, e spesso privilegiamo alimenti a basso contenuto di grassi. Oramai sembra che ci sia una versione “light” per ogni cosa!

Ma dobbiamo stare attenti perché non sempre questa è la scelta migliore, almeno per quanto riguarda l’insalata. Le insalate infatti possono essere una fonte ricchissima di vitamine e antiossidanti ma molte di queste  sostanze non possono venir utilizzate dal nostro organismo se non sono accompagnate da una giusta dose di grassi, in quanto sono liposolubili, cioè hanno bisogno dei grassi per sciogliersi ed attivarsi.

Alcuni ricercatori hanno dimostrato che per trarre i massimi benefici nutrizionali da una bella insalata la cosa migliore è condirla con una giusta dose di olio exstravergine d’oliva. I valori più alti sono stati rilevati nei volontari che avevano mangiato insalata condita con olio d’oliva. Proprio il nostro olio d’oliva, meglio se extravergine,  è risultato il  migliore tipo di grasso per condire le insalate poiché con una dose limitata, “attiva” al meglio tutti i nutrienti ed antiossidanti contenuti nelle verdure e consente al nostro organismo di trarne il massimo beneficio nutrizionale. Sbizzarriamoci quindi a prepararci delle belle insalate di verdure fresche e condiamole con del buon olio extravergine di oliva: saranno letteralmente un piacere per gli occhi!

                                                                                     Luigi  Rendina